FUNZIONE COGNITIVA

FUNZIONE COGNITIVA

Preservare la funzione cognitiva significa proteggersi dalle infiammazioni cellulari.

Il mononucleotide di nicotinamide protegge dal deterioramento cognitivo indotto dall’oligomero β-amiloide e dalla morte neuronale.

I principali agenti neurotossici nella malattia di Alzheimer sono gli oligomeri dell’amiloide-β e lo studio ha determinato che il metabolismo energetico cerebrale alterato e lo stress ossidativo sono implicati nel declino cognitivo della patologia.

Nicotinammide adenina dinucleotide

La nicotinammide adenina dinucleotide (NAD(+)), un coenzima coinvolto nelle attività redox nella catena di trasporto degli elettroni mitocondriali, è stata identificata come un regolatore chiave degli effetti di estensione della durata della vita e l’attivazione dell’espressione di NAD(+) è stata collegata con una diminuzione della tossicità Aβ nella malattia

NAD E FUNZIONE COGNITIVA

Uno dei principali precursori del NAD(+) è il nicotinamide mononucleotide (NMN), un prodotto della reazione della nicotinammide fosforibosiltransferasi.

Per determinare se il miglioramento del metabolismo energetico cerebrale preverrà il progresso della malattia nell’AD, l’impatto del precursore NAD(+) NMN sulla morte neuronale indotta da oligomero Aβ e sul deterioramento cognitivo sono stati studiati in colture organotipiche di fette di ippocampo (OHC) e in un modello di ratto di AD.

RISULTATO

Il trattamento dell’infusione intracerebroventricolare di oligomero Aβ nei ratti modello AD con NMN (500 mg/kg, per via intraperitoneale) ha sostenuto il miglioramento della funzione cognitiva come valutato dal labirinto acquatico Morris.

Negli OHC, i terreni di coltura trattati con oligomero Aβ con NMN hanno attenuato la morte delle cellule neuronali.

Il trattamento con NMN ha anche impedito in modo significativo l’inibizione dell’LTP indotta dall’oligomero Aβ.

ROS E FUNZIONE COGNITIVA

Inoltre, NMN ha ripristinato i livelli di NAD (+) e ATP, eliminando

l’accumulo di specie reattive dell’ossigeno (ROS) nelle fette di ippocampo trattate con oligomero Aβ.

Questi effetti protettivi sono stati annullati dalla 3-acetilpiridina, che genera NAD(+) inattivo.

Il presente studio indica che NMN potrebbe ripristinare la cognizione nei ratti modello AD.

L’effetto benefico di NMN è prodotto migliorando la sopravvivenza dei neuroni, migliorando il metabolismo energetico e riducendo l’accumulo di ROS.

Questi risultati suggeriscono che l’NMN potrebbe diventare un farmaco terapeutico promettente per l’AD.

Wang X, Hu X, Yang Y, Takata T, Sakurai T. Nicotinamide mononucleotide protects against β-amyloid oligomer-induced cognitive impairment and neuronal death. Brain Res. 2016 Jul 15;1643:1-9. doi: 10.1016/j.brainres.2016.04.060. Epub 2016 Apr 26. PMID: 27130898

× Contattaci!